martedì 28 giugno 2011

La scuola degli ingredienti segreti - Erica Bauermeister



Ciao a tutti!
Oggi vi presento il secondo libro "estivo".
Per il mio compleanno i miei genitori mi hanno regalato un buono di 50 euro da spendere nella mia libreria preferita e, un giorno, appena ho avuto l'occasione per farlo, sono passata in Ancona e ho fatto un bel giro da "Gulliver". Tra gli altri libri ho deciso di acquistare questo, in particolare, sia perchè la copertina mi ha colpito dal primo istante sia perchè ne avevo sentito parlare su youtube da una ragazza che apprezzo moltissimo e che da qualche settimana è diventata mamma di due gemelline: Stella e Antonietta.
A questo proposito voglio dedicare la mia recensione a vaxl2007 e farle tantissimi auguri!


Si intitola: "La scuola degli ingredienti segreti", edito da Garzanti, prezzo 10,90 euro, pagine 205 e codice ISBN 9788811694267.

Il libro è suddiviso in 9 capitoli ognuno dei quali racconta contemporaneamente sia la storia di un personaggio che il contenuto della lezione della scuola degli ingredienti segreti. Ora vi spiego: Il primo capitolo parla della storia di Lillian e di come ha iniziato ad amare la cucina. Da ragazzina si trova a badare alla madre che, abbandonata dal marito, riesce a trovare la forza di andare avanti soltanto attraverso la lettura. La mamma legge sempre: a casa, a lavoro, mentre fa spesa, mentre fa la doccia; Lillian vuole svegliarla dal suo sonno letterario e l'unico modo che trova è la cucina. Ciò che rende speciale questa ragazza, però, è il fatto che non ha mai letto una ricetta in vita sua. Questo perchè non ha mai voluto imparare a leggere...il motivo è evidente. Insomma Lillian impara a cucinare e lo fa in un modo particolarissimo: stuzzicando non soltanto il gusto ma tutti i sensi di cui un essere umano dispone. Il suo ristorante resta chiuso di lunedì sera e Lillian decide di occupare il suo tempo libero insegnando a cucinare perciò, ogni primo lunedì del mese, apre la sua scuola di cucina. Al primo incontro si presentano 8 persone di diversa età, provenienti da diverse regioni o continenti, con diversi vissuti...in ogni capitolo seguente al primo si articola la storia di ognuno di loro e insieme ad essa anche la lezione di cucina alla quale, di volta in volta, essi partecipano.

Inoltre, al termine del libro, sono stati inseriti dei contenuti speciali: si tratta di un'intervista all'autrice e di ben due ricette segrete....io le proverei....magari in un giorno di pioggia, quando la temperatura non è alta come in questi giorni.

Ho letto questo libro in un pomeriggio. Scorre che è un piacere, è scritto molto bene e le storie dei protagonisti sono una più originale dell'altra! Devo seguire pià spesso i consigli di Valentina (alias Vaxl2007).
Se non sapete cosa leggere sotto l'ombrellone vi consiglio vivamente di provare questo libro, perchè la spiaggia è il luogo adatto alla lettura di una storia come questa. Ricordo che due anni fa, durante la prima settimana di mare al termine dell'anno scolastico, mi portai in spiaggia Anna Karenina di Tolstoj. Bhè, ammetto che è un libro meraviglioso, ma non non è proprio adatto nè alla spiaggia nè all'estate. Quindi non fate come me! Leggete libri leggeri e divertenti anche perchè così la vostra "voglia" di letture aumenterà e non vi stancherà. E non è vero che in spiaggia si deve soltanto giocare a beach volley o a racchettoni, non c'è niente di meglio di un buon libro per rilassarsi e godersi quel meritato riposo, tanto atteso.

Buon mare a tutti!

venerdì 24 giugno 2011

Ricordati di guardare la luna - Nicholas Sparks


Wow, che faccia! :)
Ieri, per la prima volta quast'anno, sono stata al mare! Ben due ore di meritato "dolce far nulla", in compagnia di miomarito, l'azzurro dell'acqua, l'azzurro del cielo, il calore del sole e qualche pesciolino qua e là. Purtroppo però il viso mi è diventato di un colore TROPPO simile ad un peperone, mi si sono gonfiati gli occhi e sono un pò stanchina. E' normale: è il primo sole!

Comunque ho terminato il primo libro della sessione estiva! E sto parlando di:


"Ricordati di guardare la luna" di Nicholas Sparks, edito da Sperling Paperback, non conosco il prezzo perchè mi è stato regalato dalla mia amica Nicoletta, di pagine 308, codice ISBN 9788860616692.




Si tratta di una travagliata storia d'amore tra John Tyree, ragazzo ribelle che troverà la sua strada nell'esercito, e Savannah Lynn Curtis, una ragazza che studia all'università. I due ragazzi si incontrano una sera, sulla spiaggia: John è in licenza per due settimane e ha deciso di trascorrere il tempo libero con il padre e Savannah si trova sulla stessa spiaggia, in una vacanza che unisce l'utile (la costruzione di case per persone bisognose) al dilettevole (meritata pausa dagli studi di psicopedagogia). I due si incontrano per caso ma è amore a prima vista, vivono due settimane davvero intense e scoprono di essere uno la metà dell'altra. Purtroppo però per John la vacanza termina in fretta ed, altermine delle due settimane, è costretto a tornare alla sua base militare in Germania e lasciare Savannah alle sue occupazioni. La promessa che si fanno è quella di volgere lo sguardo alla luna piena ogni qual volta dovesse presentarsi. Passa un anno e i contatti tra i due sono sempre più sporadici, qualche lettera, qualche telefonata, nel frattempo Savannah si è laureata e si è iscritta al corso di specializzazione. Le loro vite a poco a poco si separeranno e la loro storia finirà. Però, ben cinque anni dopo, John sarà costretto a tornare su quella spiaggia per assistere il padre morente e, una volta lì, si troverà di fronte ad una realtà difficile da accettare e totalmente inaspettata.

Devo ammettere che questa storia mi ha colpito moltissimo. In che senso?
Prima di tutto per il fatto che io credo profondamente nei colpi di fulmine e Sparks ha creato una situazione ideale per creare quel tipo di scintilla. Il contesto è talmente plausibile che sembra creata proprio per essere trasposta cinematograficamente! Furbo il Nick!
Secondo poi sono rimasta colpita dall'immenso amore che John nutre e nutrirà per sempre nei confronti di Savannah. Un amore che resiste e persiste durante le difficoltà e addirittura successivamente ad esse; un amore puro e ideale; un amore che spingerà John a compiere gesti impensabili (come quello di vendere la collezione di monete del nonno e del padre per donare tutto il ricavato a Savannah e alla sua famiglia). Fino ad ora non sono mai stata testimone di amori simili ma mi piacerebbe che, un giorno magari, una mia amica incontrasse un "John" e mi raccontasse di una storia simile a quella del libro... chissà, magari quell'amica potrebbe essere proprio colei che mi ha fatto dono di questa storia...

Il guaio è stato l'aver visto il film prima di leggere il libro. Questo perchè la protagonista del film è completamente diversa dalla descrizione che ci fornisce il libro e questo, devo ammetterlo, mi ha disorientata non poco.


Le persone più tristi sono quelle che non credono in niente!
Io credo nella libertà, nella filosofia e nella ragione, credo nell'amore, nella felicità e nel potere della parola scritta. Credo che sia la passione a tenerci in vita. Chi non ha passione "lentamente muore".

Grazie Nico! E non smetterò mai di ringraziarti per come sei e per tutte le volte che condividi le tue passioni con me. Le nostre passioni! :) Non ho mai avuto un'amica come te!

martedì 21 giugno 2011

Shopping!

Ciao a tutti!
Oggi, solstizio d'estate, posso finalmente dire ciao all'università e concentrarmi sul mio blog e quindi, soprattutto, sulla lettura! Già da domani mi aspetta una mattinata di mare con miomarito e...se devo essere sincera....ho già deciso che libro porterò con me!
Però di questo vi parlerò tra un pò. Ora voglio farvi vedere i libri che ho ricevuto barra comprato ultimamente, iniziamo:


Faust - Johann Wolfgang Goethe
Tutto per amore o quasi - Emily Giffin (rubato alla mamy)
La tredicesima storia - Diane Setterfield
Che paese, l'America - Frank McCourt
Ehi, Prof! - Frank McCourt
La scuola degli ingredienti segreti - Erica Bauermeister (Già citato nel precedente post)
Piccole confusioni di letto - Emily Giffin
Lontano da ogni cosa - Mattia Signorini
Dove finisce il fiume - Charles Martin
L'uomo che amava troppo - Charlotte Link
Prose narrative - Eugenio Montale








Come vi dicevo ho già deciso che libro iniziare tra i tanti e si tratta proprio di questo: "Ricordati di guardare la luna" di Nicholas Sparks. Ho scelto questo perchè è l'ultimo libro arrivato nel mio bottino ma, soprattutto, perchè la persona che me lo ha regalato è una persona tanto speciale! Mi ha aiutato molto in questo stressante periodo di esami e mi ha fatto fare tante risate!
Ti voglio bene Nicoletta!!!!!!!!

Aspettatevi tante recensioni quest'estate!
A presto!!

lunedì 13 giugno 2011

La bottega dei desideri - Karen Weinreb


Caffè, preso!
Ecco il libro appena terminato, giusto ieri sera, dopo aver studiato e mentre miomarito guardava la finale di basket.
Ve lo ricordate? E' uno degli ultimi libri che ho acquistato e la motivazione che mi aveva spinto a prenderlo era stata la copertina! Il contenuto si è rivelato anche migliore, ora vi racconto:



La bottega dei desideri, scritto da Karen Weinreb e primo romanzo di questa autrice. Edito da Garzanti per la sezione Elefanti Bestseller, al prezzo di 10,50 euro, 334 pagine, codice ISBN 9788811694557.

Questa storia è ambientata a Bedford, New York. Sembra di entrare in una città stregata, non so se avete mai visto il film "Pleasentville", bè Bedford è molto simile: l'apoteosi dello stereotipo. Ogni donna è sposata ad uno uomo ricco che lavora a Manahattan; ogni donna si incontra allo stesso bar ogni mattina dopo aver accompagnato i figli nella stessa scuola privata; ogni donna ha una scuderia personale e trascorre il tempo libero a cavalcare i suoi puro sangue; ogni donna ha lo stesso abbigliamento; ogni donna parla di soldi soltanto con altre donne che hanno soldi, perchè se a Bedford non hai soldi e marito non sei nessuno. Questa è la stessa vita di tutte ed è la vita che anche Nora conduce fino a quando, nel pieno di una notte come tante, sente bussare alla porta e gli agenti dell'FBI  portano via suo marito e con suo marito i suoi soldi, i suoi mobili, tutto. Le sue amiche, ovviamente, la escludono perchè non è più ricca e non ha più un marito, è sola: con lei sono rimasti i tre figli e la tata Beatriz. Inizialmente si sente persa, poi però riuscirà a fare della sua disgrazia il punto di partenza per una nuova vita migliore della precedente.

Adoro libri di questo genere. Prima di tutto perchè in 300 pagine si comprende il percorso interiore delle protagoniste, la loro psicologia e la loro forza, secondo poi adoro i libri che fanno forza su un pensiero a me molto gradito: per vincere nella vita bisogna inseguire la propria passione! Nora è annullata dalla ricchezza e dalla presenza del marito, quando si ritrova senza niente l'unica cosa che le rimane è la passione per la cucina. Si sfoga attraverso la sua passione, si dedica completamente ad essa, risultato? Nora diventa più ricca di tutte le ricche donne di Bredford, però, c'è un però: oltre ad essere ricca Nora è indipendente, sa apprezzare la vita, la creatività e la "disegualianza", Nora diventerà l'unica donna veramente innamorata di suo marito, l'unica donna capace di essere autosufficiente e l'unica donna ad essere felice.


Così come Coco Chanel questa forte donna è per me un punto di riferimento.
E' inutile essere miliardari se poi si è soli e frustrati, se si litiga in continuazione con un marito che non fa altro che tradire, se non si conoscono i propri figli perchè ci si concede il lusso di una domestica che li cresce al posto nostro; è inutile essere ultramiliardari se non siamo capaci di badare a noi stessi e facciamo affidamento soltanto sui soldi. La passione è il sostentamento della nostra anima!
Con questo non voglio dire che i soldi non fanno la felicità perchè spesso aiutano. Queste donne, però,  mi hanno fatto pensare molto e sono arrivata alla conclusione che non voglio essere schiava del denaro o del mio futuro matrimonio. Se un giorno mi sposerò voglio mantenere la mia autonomia, non voglio dover chiedere soldi a mio marito per potermi concedere uno sfizio. Le donne non dovrebbero annullarsi dopo essersi sposate anche se quel marito è iper miliardario!
Sì alla famiglia, sì ai figli ma sì anche al lavoro e alla libertà individuale.

Questo libro è veramente straordinario e straordinaria è anche la velocità che si impiega per terminarlo! Mi piacerebbe che l'autrice scrivesse un seguito....vedremo.
Ora vado a studiare, tra una settimana mi aspetta l'ultimo esame del mese e poi M A R E!
Ciao!

Ian Sansom - La serie!




Buonasera a tutti!
Approfitto del fatto che mi trovo a casa e, soprattutto, del fatto che mi sto preparando un caffè pre-studio, per lasciarvi le recensioni degli ultimi libri che ho letto e molto presto lascerò anche un post dello shoppin "libresco" . Voglio parlarvi di questa serie di libri, intitolata "Le storie del bibliobus di Tundrum", scritta da Ian Sansom:



Il caso dei libri scomparsi, primo volume della serie, edito da TEA narrativa, al prezzo di 12 euro, di pagine 301, codice ISBN 9788850216352.

Nel primo volume della serie troviamo la presentazione del protagonista, Israel Armstong, e delle motivazioni che lo hanno portato a lasciare il suo impiego di bibliotecario nella sua città, Londra, per trasferirsi a Tundrum, nell'Irlanda del Nord. E' una commedia degli equivoci: tutto ciò che aveva immaginato Israel si rivela sbagliato...pensava di dover lavorare in una biblioteca e si ritrova a lavorare su di un autobus che è stato appositamente allestito a bibliobus decine e decine di anni prima; si aspettava di trovare un appartamento da arredare e invece si vede costretto a dormire in un pollaio allestito ad appartamento con una branda, una mensola, un lavandino e qualche gallina; pensava che avrebbe lavorato con persone motivate e appassionate quanto lui e invece trova Ted, vecchio burbero che sbaglia continuamente pronunce e proverbi. Un disastro! Per non parlare, poi, della scomparsa dei libri della biblioteca di cui, ovviamente, sarà accusato lui stesso...



Secondo volume della saga: Che cosa è successo a Mr Dixon?, edito da TEA narrativa al prezzo di 10 euro, pagine 233, codice ISBN 9788850218288.

In questo episodio a scomparire non sono i libri bensì un accanito lettore di nome Mr Dixon. Non vi sto qui a dire che sarà accusato di tale scomparsa proprio Israel, perchè è la prima cosa che si aspetta chiunque dopo aver letto il primo volume. Devo ammettere che questo libro è quello che mi è piaciuto meno dei quattro della serie. Forse è piaciuto poco anche alla TEA dal momento che questo è l'unico libro della serie a costare 10 euro anzi che 12..Non mi è piaciuto il ritmo narrativo e ho odiato la conclusione! Tanto che avevo deciso di non acquistare più nessun libro di questo autore...



Terzo tomo: Due uomini e un furgone, per non parlar dei libri, edito ancora una volta da TEA narrativa al prezzo, questa volta, di 12 euro, pagine 280, codice ISBN 9788850220878.

Ero scettica nei confronti di questo volume, semplicemente perchè quello precedente mi aveva lasciato un pò di amaro in bocca. Invece devo ammettere che Sansom è riuscito a sollevarmi il morale. In questa puntata la casa-pollaio assume una fisionomia più accogliente e personale; Israel inizia ad essere conosciuto tra gli abitanti della città tanto che il comitato che si occupa del bibliobus gli affida il compito di dirigersi a Londra per presiedere ad una fiera dei bibliobus e rappresentare quello del suo nuovo paese, oltre al compito di decidere il modello del nuovo bibliobus da acquistare! Israel è felicissimo di tornare a Londra, anche perchè in questo modo può vedere la sua fidanzata che non vede ormai da mesi. Con il suo entusiasmo riesce a convincere Ted a farsi accompagnare il quale inizialmente nè voleva lasciare l'Irlanda nè voleva che il bibliobus fosse sostituito. Arrivati a Londra succedono mille peripezie e il bibliobus viene rubato. Riusciranno a ritrovarlo o dovranno sostituirlo?


Ultimo episodio (spero per ora) della serie: Galeotto fu il libro, edito sempre da TEA narrativa, anche questa volta al prezzo di 12 euro, 314 pagine, codice ISBN 9788850223893.

In questo capitolo si verifica un'altra scomparsa: la figlia del candidato a sindaco della città. Chi poteva essere incolpato se non Israel? Però questa volta non ci sta, non vuole passare le sue notti nella cella dello sceriffo, non vuole essere accusato ingiustamente e quindi decide di improvvisarsi bibliotecaro\detective e ritrovare la ragazzina. Ce la farà secondo voi?


Una serie molto carina, escludendo il pessimo secondo volume! Israel poverino è il classico "pezzo di pane", talmente buono da riuscire in ogni caso a farsi mettere i piedi in testa da tutti. Interessante binomio quello di Israel e il suo compagno di avventura Ted, perchè, personalmente, ho avuto la sensazione che il legame, nel corso dei quattro libri, si stringesse sempre di più: Ted diventa piano piano più indulgente nei confronti di Israel e Il bibliotecario, a sua volta, diventa sempre più tollerante nei confronti del compagno, senza risparmiarsi però di correggerlo ad ogni parola o proverbio errato. Quattro libri che si leggono in due giornate, scorrevoli, divertenti e interessanti (sempre escludendo il secondo volume).
E poi...le copertine.........le adoro!

Vado a prendere il mio caffè!