sabato 28 gennaio 2012

Premio Liebster Blog!


Ciao amici lettori!
Questa mattina mi sono svegliata felice e positiva. Ho prepararo la colazione\pranzo (perchè era un pò tardi) a miomarito che doveva uscire velocemente perchè altrimenti avrebbe fatto tardi alla convocazione per la partita. Mi sono presa una mattinata di PAUSA-STUDIO perchè con questo esame sto diventando pazza.
Quindi, finalmente, dopo giorni, mi sono dedicata a me stessa:
*mi sono buttata sotto la doccia e mi sono persa nel meraviglioso profumo del bagnoschiuma che mi ha regalato una mia amica a Natale (Grazie Chiara!!);

*ho sistemato le mie sopracciglia ribelli che trascuravo da settimane (immaginate un pò in che condizioni ero); *ho smesso le vesti da "studio tutto il giorno" (mi sono sbarazzata del pigiama, finalmente) e mi sono vestita con le cose più carine del mio guardaroba per sentirmi un pò più carina anche io...
insomma: mi sono data alla pazza gioia :D

Ora, dopo aver girovagato su facebook e aver deciso cosa studiare nel pomeriggio, ho controllato la mia mail e ho trovato un messaggio di posta da parte di Sandra del blog scrigni*segreti*passioni e...
ho vinto un premio, il mio blog è stato giudicato da Sandra come amabile...e io ne sono proprio entusiasta!

le regole da rispettare sono:
  1. Il ricevente del premio dovrà ringraziare chi l'ha premiato e linkarlo: quindi Grazie mille Sandra!
  2. Dovrà copiare e incollare l'immagine del premio
  3. Scegliere cinque blog meritevoli con meno di duecento iscritti
  4. Avvisare i blogger con un commento sul loro blog
Ed ecco a voi i blog che ho scelto:

la luna di carta

martedì 10 gennaio 2012

Tutte le poesie - Rimbaud


Buongiorno amici lettori,
mi sono presa questa mattinata di pausa studio proprio per finire le recensioni che mi mancano. Questa settimana dovrei avere un altro esame e quindi gli unici libri che vedrò saranno quelli da studiare.
Nel programma di questo esame, però, Rimbaud è presente.
Ovviamente abbiamo trattato il Simbolismo e al suo interno, grazie a Verlaine, si è sviluppato questo movimento Simbolista tutto francese: Il Maledettismo.
Rimbaud, insieme a Mallarmè, Verlaine e Baudelaire, è uno dei maggiori esponenti di questo movimento filosofico-poetico.


Edito da Newton Compton, non conosco il prezzo perchè mi è stato regalato per Natale, pagine 366, codice ISBN 9788854119451.

Non avevo mai letto niente di Rimbaud fino ad ora, ad esclusione di qualche poesia al liceo, sull'antologia scolastica. Se devo proprio essere sincera, una volta terminato il libro, qualche giorno fa, sono rimasta un pò male, perchè mi aspettavo qualcosa di più da questo poeta così tanto osannato ed amato da tutti.
Purtroppo ha scritto molto poco ed è morto molto giovane, non come Corazzini, ma poco ci manca.
Forse sarà per questo, forse il motivo è che questa raccolta è la sua prima e unica, o forse dovrò semplicemente rileggerlo per capirlo meglio.

Con Baudelaire non ho avuto bisogno di una seconda lettura, ma Baudelaire è un poeta più maturo e più profondo. In questa raccolta, le poesie non sono così "poetiche" come dovrebber essere, come lo sono quelle di Baudelaire, anche se più macabre a volte. Queste poesie sono quasi Idilli, ma nel senso più antico del termine: sono descrizioni di paesaggi, di persone, di luoghi, in poche righe.
Troppo reali, forse, o troppo descrittive.

Nonostante questo non mi sento di giudicare Rimbaud, ora.
Sicuramente rileggerò questo libro.

PS: non contenta del risultato a fine lettura ho letto anche l'introduzione scritta da Gianni Nicoletti, ordinario di lingua francese presso l'università Cà Foscari di Venezia, e devo dire che dopo aver letto la storia di questo giovane artista, non come ci viene presentato nelle antologie scolastiche o nei manuali di letteratura, ma come è conosciuto da un suo "fan", da uno studioso che ne conosce vita, morte e miracoli e che, soprattutto stima e ammira questo poeta....bè, le cose cambiano.
Quindi: se avete la stessa edizione che possiedo io, state per leggere questo libro, prima leggete l'introduzione e poi passate alle poesie, sicuramente il risultato sarà migliore di quello da me ottenuto.
O per lo meno con me ha funzionato!

lunedì 9 gennaio 2012

Il diavolo vola a Hollywood - Lauren Weisberger


Questo libro è stato uno dei miei regali di Natale, apprezzatissimo e desideratissimo!



Edito da EDIZIONI PIEMME Spa, prezzo credo 18 euro ma come vi dicevo è stato un regalo, pagine 416.

Tempo di lettura UN GIORNO.
L'ho divorato in pochissime ore, sotto la mia coperta di Pile rosa shokking, con la mia tazza di thè fumante alla vaniglia, il mio smalto rosso appena applicato sulle unghie dopo una lunga linghissima doccia bollente.
Una serata tra ragazze, io e Lauren Weisberger.

Apprezzo molto la sua scrittura, simile alla Kinsella, il genere, chick-lit, e il fatto che sia edito da PIEMME. Mi piace molto tenere in mano questa particolare edizione.

La storia vede come protagonisti Brooke e Julian, due neo sposini che si sono conosciuti grazie alla passione di Julian per la musica e alla passione di Brooke per...Julian. Per mesi, dopo il college, Brooke passa i suoi martedì sera nel locale in cui Julian suona e canta e con il tempo si conoscono , si innamorano e si sposano. Al fine di assecondare la passione del marito Brooke si trova a svolgere due lavori: uno in ospedale come nutrizionista e uno in un liceo come consulente alimentare per ragazze con problemi con il cibo.
Ad un certo punto della storia la SONY firma un contratto con Julian che diventa presto famosissimo, amato e conosciuto in tutta America.
Iniziano gli scandali sui giornali di gossip, le tournè, la lontananza e i problemi tipici del mondo dello spettacolo. Julian tradisce Brooke.
Brooke, sua moglie, colei che si è sempre battuta per lui e per la sua passione, colei che si è ammazzata di lavoro per assecondarlo e colei che è sempre stata innamorata di lui come se fosse l'unico uomo sulla faccia della terra.
Julian si farà perdonare?
I due torneranno insieme?

Per scoprirlo dovete leggere il libro.
Io l'ho apprezzato moltissimo. Se avete bisogno di una serata tra donne con voi stesse, come me, questo libro fa al caso vostro: scorrevole, divertente e tutto al femminile in cui oltre al divertimento troviamo anche passioni, amori, tradimenti, momenti di lite e momenti di pace... e perle di saggezza-femminile come questa:

[...] Quando finì, Julian era uscito con Walter, e lei si precipitò a vestirsi nel modo più semplice, che garantisse comodità senza farla apparire orrenda: un maglione lungo su leggins neri e stivaletti alla caviglia. Aveva tardato ad adottarli, ma, una volta scovati e comprati i primi, gloriosamente elastici e lusinghieri, non era più tornata indietro. Dopo tanti anni passati a combattere per infilarsi jeans strettissimi a vita bassa, gonne a fuso e pantaloni ce le strizzavano la vita come una morsa, trovava che i leggins fossero  una benedizione per tutte le donne del mondo. Per la prima volta, un capo alla moda la donava perfettamente, nascondendo un punto di vita e un sedere non proprio stellari ed evidenziando delle gambe ragionevolmente tornite. Ogni volta che li indossava rivolgeva un ringraziamento a chi li aveva inventati, e pregava fra sè che restassero di moda ancora per un pò. [...]
Fantastico eh!?

Canto di Natale - Dickens


Felice Anno Nuovo! ! !
(anche se in ritardissimissimo!)
Come è iniziato il vostro 2012?
Il mio inizio è stato pessimo: febbre, mal di gola, mal di testa, raffreddore e tosse tutto insieme appassionatamente. Mi sono ripresa piano piano e ho ricominciato a studiare per i prossimi esami.
Insomma: un inizio col botto!

In compenso, però, mi sono riposata, ho mangiato tanti dolcetti (e ho preso come minimo 400 chili) e ho passato qualche giorno con i miei parente che, mio malgrado, vedo molto poco.
Sono molto legata, fiera e orgogliosa della mia famiglia: ho due nonne a cui tengo molto, tante zie che stimo e ammiro e tanti zii dolci e divertenti. I miei cugini sono quasi come fratelli e sorelle per me.
Però, con l'università e la vita quotidiana non ho mai tempo per loro.
Durante le feste posso recuperare!

Inoltre sono riuscita a leggere molto. Ne avevo bisogno, dovevo staccare dalla realtà e farmi trasportare in qualche mondo magico, senza rotture, malattie, persone cattive e inutili, senza gossip, pettegolezzi, calcio, politica ecc ecc...

La lettura di questo libro risale alla settimana di Natale:


Edizione BURextra (Rizzoli), non conosco il prezzo perchè il libro mi è stato regalato tempo fa, pagine 142, codice ISBN 9788817045643.

E' nella mia libreria dall'anno scorso.
Mia madre, di solito, insieme ai Bounty, Kinder Bueno, Kinder cereali, tavolette di cioccolata Milka e Duplo, mi lascia sempre qualche regalino nella calza e questo era nella calza dell'anno scorso.
Però non mi andava di leggerlo dopo Natale: ho un ottimo ricordo della storia contenuta in questo libro.
Da piccola guardavo sempre la versione animata della Disney con Paperone, Topolini, Paperino & Co. Insieme a Nightmare before Christmas era il mio cartone preferito e guardavo il VHS mille volte al giorno.
Mi ero ripromessa di leggere questo libro durante il periodo natalizio e così è stato.

Mi ha riportato indietro nel tempo, avevo in mente le immagini del cartone animato e mi si è scaldato il cuore.
Basta pochissimo per rendermi felice e questo libro c'è riuscito.

Si tratta di un racconto che vede come protagonista Ebenezer Scrooge, vecchio e tirchio finanziere, burbero e bisbetico. Durante la notte della Vigilia di Natale tre spettri gli fanno visita.
Gli spiriti del Natale passato, presente e futuro lo cambieranno per sempre e gli faranno capire il vero significato della famiglia, dell'amore, della festa e del denaro.

Leggetelo.
A Natale!