Passa ai contenuti principali

Vacanze in villa - Madeleine Wickham


E finalmente ultimo ozio-libro!
Questo, volutamente lasciato per ultimo, è il libro di cui bramavo maggiormente la lettura.

Io amo il rosa.
Io amo le borse.
Io amo le scarpe.
Io amo i capelli lunghi e vellutati.
Io amo leggere.
Io amo la facoltà di lettere.
Io amo Hello Kitty.
Io amo il rossetto e l'eye liner.
Io amo Gauguin.
Io amo Leopardi.
Io amo Dante.
Io amo mio marito.
Io amo le foto.
Io amo Audrey Hepburn.
....ma soprattutto...

Io amo il libri di Sophie Kinsella!

E ho aspettato la traduzione di questo volume per anni! Ora ne mancano 4 o 5, se non ricordo male e, ovviamente, attendo con ansia anche gli ultimi.
Per chi non lo sapesse Sophie Kinsella è lo pseudonimo adottato da Madeleine Wickham con il quale ha firmato libri più famosi rispetto a quello di cui andrò presto a trattare. I libri più "anziani" erano firmati con il suo nome reale e tra i libri anziani trova il suo spazio anche  Vacanze in villa.
Fra gli altri libri firmati con il vero nome dell'autrice in Italia, per ora, sono stati tradotti:
  1. La signora dei funerali (2008).
  2. La compagna di scuola (2010)...
Io aspetto!



Edito dalla casa editrice Mondadori, la mia è una prima edizione, al prezzo di non lo so perchè faceva parte dei miei regali di Pasqua (grazie mamy!), pagine 261, codice ISBN 9788804606390.

Vacanze in villa: due famiglie in vacanza si trovano a dividere la stessa villa, durante la stessa settimana, su gentile concessione di un amico comune. Gentile concessione non troppo gentile, in realtà, in quanto il simpatico amico in comune non commette uno stupido errore ma studia un piano non troppo simpatico per mettere in difficoltà le due famiglie. Il lettore apparentemente avrà l'impressione che lo scontro (premeditato) dovrà scaturire dal fatto che 15 anni prima uno dei membri di una famiglia si trovò a vivere una storia d'amore "estiva" con uno dei membri dell'altra famiglia; la realtà però è più grave e meschina.
Il simpatico amico in comune verso il finale non sarà più nè amico nè in comune nè tanto meno simpatico.

Il libro scorre che è una meraviglia! Però si percepisce che la scrittura è ancora un pò acerba, essendo esso uno dei primi libri scritti da Madeleine\Sophie, allo stesso tempo coinvolgente e piacevole da leggere o sotto l'ombrellone al mare oppure davanti al caminetto acceso, durante i giorni di pioggia. Va bene per tutte le stagioni, insomma!

A presto!