venerdì 24 giugno 2011

Ricordati di guardare la luna - Nicholas Sparks


Wow, che faccia! :)
Ieri, per la prima volta quast'anno, sono stata al mare! Ben due ore di meritato "dolce far nulla", in compagnia di miomarito, l'azzurro dell'acqua, l'azzurro del cielo, il calore del sole e qualche pesciolino qua e là. Purtroppo però il viso mi è diventato di un colore TROPPO simile ad un peperone, mi si sono gonfiati gli occhi e sono un pò stanchina. E' normale: è il primo sole!

Comunque ho terminato il primo libro della sessione estiva! E sto parlando di:


"Ricordati di guardare la luna" di Nicholas Sparks, edito da Sperling Paperback, non conosco il prezzo perchè mi è stato regalato dalla mia amica Nicoletta, di pagine 308, codice ISBN 9788860616692.




Si tratta di una travagliata storia d'amore tra John Tyree, ragazzo ribelle che troverà la sua strada nell'esercito, e Savannah Lynn Curtis, una ragazza che studia all'università. I due ragazzi si incontrano una sera, sulla spiaggia: John è in licenza per due settimane e ha deciso di trascorrere il tempo libero con il padre e Savannah si trova sulla stessa spiaggia, in una vacanza che unisce l'utile (la costruzione di case per persone bisognose) al dilettevole (meritata pausa dagli studi di psicopedagogia). I due si incontrano per caso ma è amore a prima vista, vivono due settimane davvero intense e scoprono di essere uno la metà dell'altra. Purtroppo però per John la vacanza termina in fretta ed, altermine delle due settimane, è costretto a tornare alla sua base militare in Germania e lasciare Savannah alle sue occupazioni. La promessa che si fanno è quella di volgere lo sguardo alla luna piena ogni qual volta dovesse presentarsi. Passa un anno e i contatti tra i due sono sempre più sporadici, qualche lettera, qualche telefonata, nel frattempo Savannah si è laureata e si è iscritta al corso di specializzazione. Le loro vite a poco a poco si separeranno e la loro storia finirà. Però, ben cinque anni dopo, John sarà costretto a tornare su quella spiaggia per assistere il padre morente e, una volta lì, si troverà di fronte ad una realtà difficile da accettare e totalmente inaspettata.

Devo ammettere che questa storia mi ha colpito moltissimo. In che senso?
Prima di tutto per il fatto che io credo profondamente nei colpi di fulmine e Sparks ha creato una situazione ideale per creare quel tipo di scintilla. Il contesto è talmente plausibile che sembra creata proprio per essere trasposta cinematograficamente! Furbo il Nick!
Secondo poi sono rimasta colpita dall'immenso amore che John nutre e nutrirà per sempre nei confronti di Savannah. Un amore che resiste e persiste durante le difficoltà e addirittura successivamente ad esse; un amore puro e ideale; un amore che spingerà John a compiere gesti impensabili (come quello di vendere la collezione di monete del nonno e del padre per donare tutto il ricavato a Savannah e alla sua famiglia). Fino ad ora non sono mai stata testimone di amori simili ma mi piacerebbe che, un giorno magari, una mia amica incontrasse un "John" e mi raccontasse di una storia simile a quella del libro... chissà, magari quell'amica potrebbe essere proprio colei che mi ha fatto dono di questa storia...

Il guaio è stato l'aver visto il film prima di leggere il libro. Questo perchè la protagonista del film è completamente diversa dalla descrizione che ci fornisce il libro e questo, devo ammetterlo, mi ha disorientata non poco.


Le persone più tristi sono quelle che non credono in niente!
Io credo nella libertà, nella filosofia e nella ragione, credo nell'amore, nella felicità e nel potere della parola scritta. Credo che sia la passione a tenerci in vita. Chi non ha passione "lentamente muore".

Grazie Nico! E non smetterò mai di ringraziarti per come sei e per tutte le volte che condividi le tue passioni con me. Le nostre passioni! :) Non ho mai avuto un'amica come te!