Passa ai contenuti principali

1984 - George Orwell


 Ciao a tutti!
Ho trovato il genere di cui ho bisogno in questo triste e insonne periodo... i C L A S S I C I!
Mi sono resa conto di averne qualcuno sul comodino, ancora mai iniziato, e allora?
Ho iniziato subitissimo!




Come primo libro ho deciso di leggere questo 1984 di George Orwell, la mia è un'edizione classici moderni Mondadori, prezzo 9.50, 305 pagine, codice ISBN 9788804507451.


Winston, il protagonista, vive in un mondo diviso in tre superstrati in guerra tra loro: Oceania, Eurasia ed Estasia. La particolarità di questo mondo risiede nel fatto che non c'è libertà. I cittadini sono degli "automi" che vivono in umili case abbastanza logore e mal ridotte; che si vestono tutti allo stesso modo con le stesse identiche tute, fornitegli dal partito; e sono controllati 24 ore su 24 dal grande fratello e dai teleschermi che possiedono all'interno di ogni casa.
Il teleschermo scandisce le giornate attraverso la ripetizione del medesimo palinsesto: la mattina una signorina tonica e magra impone gli esercizi ginnici da svolgere, suddividendo il tempo in relazione alle fasce d'età. Durante la giornata altre signorine cantano canzoni stupide e martellanti che nei loro testi contengono slogan politici o "suggerimenti" da seguire per essere dei bravi compagni. In seguito, poi, vengono trasmessi i due minuti d'odio: l'Oceania, in cui Winston vive, è perennemente in guerra da tempo immemore con le altre due potenze e, nei due minuti d'odio, il partito trasmette le immagini delle distruzioni, degli omicidi e di tutto ciò che succede in guerra.
Ovviamente ogni cittadino è controllato: se non esegui bene gli esercizi riservati alla tua fascia d'età la signorina, chiamandoti per nome e cognome, ti rimprovera dal teleschermo; se durante i due minuti d'odio non lanci oggetti contro il nemico e non urli oscenità nei confronti dello stesso potresti rischiare di essere vaporizzato...
Insomma, un modo terribile in cui non esiste più niente al di fuori del partito e delle sue regole non scritte. Qualsiasi comportamento contro il grande fratello, e i suoi baffetti neri, viene punito con la vaporizzazione. Anche se durante il sonno parli e parli contro il partito vieni vaporizzato. I tuoi figli vengono educati in modo tale che se per caso dovessero dubitare dei genitori e della loro "integrità morale" l'unica cosa che sarà lecito compiere è fare la spia al grande fratello e far vaporizzare i genitori.
Cosa significa vaporizzare?
Significa che oggi sei qui e domani non sei mai esistito: se oggi mentre dormi il teleschermo capisce che non sei felice di vivere la tua vita la psicopolizia ti verrà a prendere di notte e tu non sarai mai esistito. I giornali si occuperanno di far sparire tutte le informazioni sul tuo conto, tutti i documenti e gli atti scritti che ti riguardano. Tu non ci sarai più, sarai vaporizzato.
Questo è il mestiere di Winston. Lui lavora al Times e si occupa di riscrivere e modificare tutti gli articoli che riguardano le persone vaporizzate.

Winston, durante la storia, si innamorerà di Julia (anche se non consentito da partito) e di nascosto complotterà contro il grande fratello insieme alla sua compagna, pagandone a caro prezzo tutte le conseguenze possibili e immaginabili.


Libro super-meraviglioso!
Terminato in due notti. Winston è un ribelle che non sa di esserlo fin quando non incontra la sua anima gemella. Ho adorato tutta la parte che riguarda la sua tortura nel momento in cui viene smascherato: ho sofferto con lui, ho avuto paura per lui, mi batteva forte il cuore..
Un classico meraviglioso e altamente suggestivo, il linguaggio di Orwell è magistrale, la sua fantasia è indiscutibilmente unica, i personaggi sono ben costruiti, gli ideali sono allucinanti.
E' allucinante anche pensare cosa diavolo aveva nella testa lo scrittore al momento della stesura del libro. Si percepisce il disagio e la sofferenza derivata dai conflitti mondiali e Orwell è talmente bravo nel descrivere il tutto che mentre stai leggendo il suo libro ti sembra di vivere nello stesso mondo di Winston. Arrivi a percepire i suoi sentimenti, senti l'odore della paura.
Fantastico....ma perchè non l'ho letto prima!?

Un classico è un libro che non ha mai finito di dire quel che ha da dire.
Italo Calvino

Commenti

  1. Davvero un'ottima descrizione del mio libro preferito :) Mi ha fatto molto piacere leggerla! Complimenti e buone letture :D

    Luci

    RispondiElimina
  2. Grazie mille!!!
    Sta diventando anche uno dei miei preferiti! Mi dispiace soltanto di non aver avuto il piacere di leggerlo prima dell'appena trascorsa settimana...davvero meraviglioso!

    RispondiElimina
  3. Ciao Marty, fa sempre piacere vedere qualcuna che crea qualcosa di culturale e soprattutto inserisce una recensione di 1984. L'ho letto due volte e ne ho discusso anche in un club letterario - da me gestito assieme ad altri due miei amici - nel mio paese e quindi penso di averci riflettuto per benino. Ti devo fare i miei complimenti. Io l'ho scoperto per la prima volta quando ero in prima superiore - ovvero nel 2006 - e col passare degli anni anche per la mia passione per l'attualità e le metodiche della politica lo trovo un chiaro punto di riferimento. A tal proposito passa per il mio blog e leggiti la recensione fatta da me del libro :)

    RispondiElimina
  4. Grazie mille Matteo!
    Interessantissima l'idea del club letterario. Se ne esistesse uno nella mia città parteciperei davvero volentieri...
    Un abbraccio!

    PS: Passerò sicuramente a leggere il tuo blog :)

    RispondiElimina

Posta un commento