Passa ai contenuti principali

Mr Gwyn - Alessandro Baricco


Io sono una grande fan di Baricco.
Lo stimo molto, adoro i suoi libri e mi piace da morire ascoltarlo parlare...passerei ore ed ore ad ascoltarlo.
So che diversi anni fa conduceva una trasmissione in Tv chiamata Pickwick, questo lo so perchè mi sono guardata tutte le puntate su youtube e le ho adorate. Ora ho scoperto che ogni domenica su La Repubblica Baricco scrive un articolo su i 50 libri che più gli sono piaciuti, che più lo hanno colpito.
Mi piacerebbe molto vederlo più spesso in TV, fortunatamente Fabio Fazio, ogni ual volta viene pubblicato uno dei suoi libri, lo invita a Che tempo che fa, e io posso ascoltarlo.
L'ultimo libro non potevo di certo perderlo.
Per convincere mia madre ci ho messo un pò ma alla fine me lo ha acquistato. Il mio problema è che leggo molto e leggo molto velocemente. La situazione è questa: se dovessi star dietro al mio ritmo letterario probabilmente spendere centinaia e centinaia di euro ogni mese vuoi perchè leggo tanto vuoi perchè i libri costano tanto. Mia madre è sempre contenta quando mi vede felice di fronte ad un libro nuovo...però mi rendo conto che sta diventando un sacrificio.
Devo iniziare a leggere mattoni di 2000 pagine. E' ufficiale.


Edito da Feltrinelli, prezzo 14 euro, pagine 158, codice ISBN 9788807018626.

La storia vede come protagonista lo scrittore Jasper Gwyn che, come scrive Baricco:
"Mentre camminava per Regent's Park - lungo il viale che sempre sceglieva, tra i tanti - Jasper Gwyn ebbe d'un tratto la limpida sensazione che quanto faceva ogni giorno per guadagnarsi da vivere non era più adatto a lui. Già altre volte lo aveva sfiorato quel pensiero, ma mai con simile pulizia e tanto garbo"
Allora decide di scrivere un articolo per il Guardian, con il qualo collaborava saltuariamente. In questo articolo sono contenute cinquantadue che si prometteva di non rifare più, tra le quali scrivere e pubblicare libri.
In un primo momento decide di rifugiarsi in Spagna ma poi torna a casa. Qui si rende conto che la sua vita senza la scrittura non ha senso però ormai l'articolo è stato pubblicato e non avrebbe senso scrivere un altro libro. Cosa deciderà di far Jasper?
Farà finta di non aver scritto quell'articolo e si deciderà a pubblicare altri libri?
Oppure cambierà mestiere?

Baricco è stato geniale, ha inventato un nuovo mestiere merviglioso; ha inserito nel racconto quel tanto mistero che basta a tenerti incollato alle pagine del libro dalla prima all'ultima; ha inserito personaggi particolari e interessanti e ha creato un'atmosfera poetica intorno a questo nuovo personaggio.
Bello, bello, bello centomila volte bello!

Mi sei mancato tanto!

Commenti

  1. Ciao Marty! anch'io sono una fan di Baricco :) quand'ero all'università, ho tenuto anche un piccolo seminario su di lui e i suoi libri assieme ad altri compagni di corso: è stata una bella esperienza di analisi e condivisione dei suoi romanzi, ma anche delle nostre sensazioni!
    In questo mio post puoi trovare il filmatino del suo ultimo monologo a "Che tempo che fa":
    http://scrignisegretipassioni.blogspot.com/2011/10/perche-scriviamo.html
    Un caro saluto, a presto! Sandra

    RispondiElimina
  2. I think this blog is swell.

    RispondiElimina
  3. In what sense my blog is "SWELL"? sorry

    RispondiElimina
  4. Cara marty il tuo blog è davvero bello!
    è da un po' che leggo le tue "avventure letterarie" e devo farti i più sentiti complimenti: oltre ad essere un'accanita lettrice ciò che scrivi è pervaso da passione e amore per tutti i meravigliosi libri che di volta in volta scegli leggi e condividi con chi ha avuto la fortuna di imbattersi nel tuo blog!!
    continua così ;)
    ps: perchè non provi a scrivere qualcosa? sarò la tua prima fan ;)
    In bocca al lupo per tutto!

    RispondiElimina
  5. @Sandra: Ho guardato il filmato ma avevo già visto il suo intervento a "Che tempo che fa" in diretta...Stimo tantissimo Baricco e ascoltarlo mi fa stare bene, spiritualmente. Tanto che adesso che ho saputo che ogni Domenica scrive un articolo su "uno dei cinquanta libri che più lo hanno colpito negli ultimi dieci anni", non faccio altro che aspettare la domenica mattina con ansia per potermi dissetare con le sue parole. LO adoro! E se nella mia facoltà si decidessero a compiere iniziative simili a ciò di cui mi hai parlato, fidati, io sarei in prima fila! Che meraviglia :)

    RispondiElimina
  6. @ Maria: Fino a qualche settimana fa faceva parte anche della mia lista dei desideri, ma grazie alla mia mami è stato depennato quasi subito :) :) Non posso perdermi Baricco!

    RispondiElimina
  7. @ Stefania: Grazie mille per i complimenti! :) Mi hai fatto commuovere :) :) e hai colto nel segno! I libri sono la mia vita e non ti nascondo che mi piacerebbe riuscire a scrivere qualcosa di mio pugno :) però prima voglio concentrarmi sull'università, perchè mi porta via fin troppo tempo. Chissà...magari un giorno sarò folgorata da una qualche ispirazione e scriverò quacosa anche io :)

    PS: crepi il lupo...mi fa tanto piacere sapere che mi segui su Letterando con Marty:) Ti mando un forte abbraccio

    RispondiElimina

Posta un commento