Passa ai contenuti principali

Un diamante da Tiffany - Karen Swan


Ciao amici lettori,
come procede questo mese di Aprile?
Io sono seduta sul divano del salotto di Miomarito, avvolta in una coperta fucsia mentre guardo Clio Make Up su Real Time...piove da morire e le previsioni dicono che fino a Martedì prossimo il sole non si farà vedere. Oggi pomeriggio dovrò studiare perchè a metà Maggio mi aspettano due esami (tra cui un esame di latino) e devo darmi da fare! Però Clio Make Up non è ancora finito, la pioggia batte forte sui tetti e io ho voglia di parlarvi di questo libro:



Un diamante da Tiffany, della Newton Compton editori, pagine 506, prezzo di copertina 9.90 euro (copertina rigida) e codice ISBN 9788854136519.

Un libro in cui si parla di donne, diamanti, scarpe e borse è il libro adatto per riprendersi da un esame infinito, rimandato per mesi (causa neve), pesante, lunghissimo, difficilissimo e stressante. Avevo proprio bisogno di rilassarmi con un libro frivolo, divertente e rilassante.
Mia madre appena ha visto la mia faccia dopo l'esame è corsa a comprarmelo e due pomeriggi dopo l'ho terminato...le cose belle sono sempre quelle che durano meno.

La storia vede come protagonista quattro amiche che vivono lontanissime l'una dall'altra:
Kelly vive a New York, Anouk vive a Parigi, Suzy vive a Londra e Cassie in Scozia con suo marito, Gil.
Il romanzo inizia con una rimpatriata: le quattro amiche si riuniscono a casa di Cassie per festeggiare insieme il suo decimo anniversario di matrimonio. Cassie si è sposata a soli venti anni e si è trasferita subito a casa di suo marito in Scozia dove, però, trascorre la maggior parte del tempo sola dal momento che suo marito è "costretto a viaggiare"spesso per lavoro.
Le quattro amiche si divertono, raccontano novità e pettegolezzi, si prendono in giro, ridono, parlano di vestiti e moda e tutto sembra andare per il meglio.
Sembra...
Perchè Cassie decide di scendere al piano inferiore, deve cercare suo marito, la festa sta per cominciare e vuole assicurarsi che sia tutto pronto e perfetto per festeggiare questo traguardo: dieci anni di matrimonio, signori, mica noccioline. Si avvicina alla porta dello studio, sicuramente Gil sarà lì a controllare pratiche e documenti. Nello studio non c'è Gil, si sente una voce femminile, è Wiz che parla al telefono con il suo bambino, sicuramente vorrà dargli la buonanotte:
Cassie sorrise e si fermò poco prima della porta, non volendo disturbare. Rory ormai aveva tre anni e aveva appena cominciato ad andare al nido, ma la sua agenda era molto più piena di quella di Cassie: in più di un'occasione aveva scherzato sul fatto che era più facile prendere un appuntamento con il Papa che fissare un'ora per giocare con Rory. Se non era all'asilo, si trovava al baby gym, a yoga, o a lezione di francese o di calcio. Nel resto del tempo, dormiva. [...] Si appoggiò allo stipite della porta, seguendo con le dita i motivi della carta da parati tartan blu e verde bottiglia. "e ricordati di lavarti i denti. Martha mi ha detto che per dolce hai mangiato il gelato" Cassie si girò verso la sala e guardò i camerieri che andavano in giro con vassoi pieni di bicchieri, e gli ospiti che li prendevano educatamente. Nessuno si sarebbe ubriacato quella sera: non sarebbe stato appropriato. "Okay, c'è papà qui che vuole darti la buonanotte..." Cosa? Cassie si tirò su con le spalle, sentendo il sangue che le arrivava al cervello. Sholto era lì? Scosse la testa. Wiz non lo sentiva da quando se n'era andato: ormai erano passati quasi quattro anni. E non c'era verso che Gil lo avesse invitato. Lui sapeva bene quanto lei come Wiz si fosse sentita tradita quando se n'era andato. "Come è stato il mio ometto oggi?" Il battito del cuore le rimbombò forte nelle orecchie, e sentì che accelerava. "il castello?...Bravo...Ora però fai come dice la mamma e vai a lavarti i denti...Torno tra un paio di giorni, va bene?...Mi manchi, Ror. Sogni d'oro..", stava dicendo la voce, quella voce così particolare, la prima cosa che l'aveva fatta innamorare.
(Parentesi: Wiz è la sua amica scozzese, le due donne escono insieme, si vogliono bene, talmente bene che quando Wiz è stata abbandonata "dall'uomo dal nome improbabile) Cassie si è offerta di accompagnarla ai corsi pre parto, si è offerta per stare con Wiz in sala parto e Wiz ha voluto che Cassie diventasse la madrina di suo figlio Rory...andiamo bene!)

Subito dopo la telefonata Cassie torna dalle sue amiche e insieme decidono di andarsene da quella casa, scrigno di menzogne.
Nell'anno successivo Cassie trascorrerà quattro mesi a prima a New York, poi a Parigi ed infine a Londra e quindi quattro mesi a casa di Kelly, quattro a casa di Anouk e quattro a casa di Suzy.
Perchè? Per riprendersi dallo shock, per dimenticare gli ultimi dieci anni di matrimonio e Wiz, per tornare a vivere, viaggiare e recuperare il tempo perduto.
Durante questo percorso Cassie conoscerà nuove persone e nuovi amori, sperimenterà nuove amicizie e nuovi look e troverà quella stabilità che era stata viziata dalle bugie.

Cosa c'entra Tiffany?
Ragazze...questo dovrete scoprirlo da sole.
Un libro coinvolgente e simpatico che vi renderà spettatrici della nascita di un nuovo amore.
Un pò Sex And The City un pò I Love Shopping...questo libro mi ha fatto venire voglia di scarpe nuove!
A presto!

PS: indovinate di cosa parlerà la prossima recensione..