venerdì 27 aprile 2012

Tre volte all'alba - Alessandro Baricco


 Caro Lettore e Cara Lettrice,
ancora non è arrivato il momento di preparare il pranzo e già che ci sono ho deciso di scrivere una seconda recensione, forse un po' polemica:

Si tratta di Tre volte all'alba, casa editrice Feltrinelli, prezzo di copertina 10 euro, pagine 94, codice ISBN 9788807019050.

Il retro copertina cita:

"Si incontreranno per tre volte, ma ogni volta sarà l'unica, la prima e l'ultima".

Ed è tutto qui!
Tre capitoli. Due personaggi. Un albergo. L'alba.
Questi personaggi si incontrano in età diverse e in momenti diversi, ogni volta ci vengono presentati come fossero nuovi personaggi e ogni volta ci accorgiamo che i personaggi sono sempre i due del capitolo prima e del capitolo dopo. Le loro storie si uniscono, insieme si salvano e si soccorrono. Dai loro racconti imparano e crescono. Si completano e poi si lasciano.

Un libro molto poetico e scritto come solo Baricco riesce a scrivere.
O lo ami o lo odi, io lo adoro incondizionatamente.

Già solo l'idea mi ha affascinata. Baricco, dopo aver completato la stesura di Mr Gwyn ha voluto completare il puzzle, unendo i pezzi del famoso libro citato all'interno del suddetto. Non si tratta di un nuovo romanzo, nemmeno di una raccolta di racconti. E' la storia nella storia. Magico.

Una pecca: Iniziato il 24 Aprile 2012, terminato il 24 Aprile 2012, tempo impiegato 23 minuti.
Non si possono spendere 10 euro per un libro che si legge in mezz'ora nemmeno.
E non pensare che io sia un mostro senza una vita sociale: il libro è composto di 94 pagine, scritto in discorso indiretto libero, ogni battuta pronunciata dai personaggi occupa una riga intera, spazi bianchi a non finire, scritto in CORPO 18, scorrevole, piacevole, interessante.
Non ci vuole niente a leggerlo tutto di un fiato.
Fortuna che i miei genitori l'hanno acquistato al supermercato con un notevole sconto.

Baricco <3