Passa ai contenuti principali

Mare al mattino - Margaret Mazzantini


 Cara lettrice e caro lettore,
come dicevo nel post precedente, devo scrivere una marea di recensioni, la mia povera scrivania sta cedendo sotto il peso dei libri in attesa, quindi devo muovermi, anche perché tra poco torna a casa miomarito e devo preparare il pranzo:

Mare al mattino di Margaret Mazzantini, l'edizione originale è dell'Einaudi, io ho ricevuto questa copia in omaggio con un ordine sul sito di Mondolibri, 123 pagine, codice ISBN 9788806211134.

Questo libro è stato una sorpresa. 
Non faceva parte della mia wish list però mi è caduto tra le mani (con gentile partecipazione delle amiche di mia madre che mi fanno sempre troppi regali e che per questo ringrazio, Grazie ragazze!). Di Margaret Mazzantini ho letto due libri, tre con questo, e devo ammettere che è una scrittrice di talento. Scrive benissimo e le sue descrizioni sono in grado di trasportare il lettore nei suoi mondi, forse anche troppo.
 I mondi di cui parla, infatti, non sono mai mondi piacevoli e spensierati. La sua caratteristica principale è secondo me quella di rappresentare realtà difficili e impegnative. Vuoi per un incidente in motorino, in una giornata di pioggia, per il quale si rischia la vita; vuoi per un amore a Sarajevo e la ricerca disperata di una gravidanza negata e poi raggiunta.

La Mazzantini, questa volta, ci racconta la storia di due famiglie: 
Il piccolo Farid e la sua giovane madre Jamila a causa della guerra, e della morte del capofamiglia, decidono di abbandonare il loro paese natìo, la Libia. Con i pochi soldi risparmiati da una vita comprano un passaggio su una barca e mentre attendono di raggiungere la salvezza, circondati soltanto dal mare lo contemplano.
Dall'altra parte, nella costa opposta, in Italia Vito e sua madre Angelina vivono la loro vita. Angelina è figlia di una delle tante famiglie trascinate in Libia dal Regime dopo la colonizzazione e costrette da Gheddafi a ritornare in patria. Una famiglia alienata che non riconosce più le sue radici, ma che contempla il mare, quel mare protagonista che separa la loro nuova casa dalla loro vera casa.

Due figli, due madri e due mondi.
Due prospettive completamente diverse che condividono lo stesso odio-amore nei confronti del mare.

Un libro scorrevole che termina in un soffio e che, anche se tocca temi come la guerra, l'emigrazione e la disgregazione familiare, è capace di emozionare e coinvolgere il lettore.
E' stato un ottimo regalo e un'ottima lettura!

Che libri avete letto della Mazzantini?
Al prossimo post!