venerdì 27 luglio 2012

M'ama o non M'ama - Angela Failla

Cara lettrice e caro lettore, 
oggi pomeriggio è tornato il caldo. Mi sono chiusa in camera e ho acceso l'aria condizionata. Poi mi sono accorta che ho terminato diversi libri ma che ho scritto pochissime recensioni. Ed eccomi qui a parlarvi di un nuovo libro. Non fa parte del P10B, non l'ho acquistato, ma mi è stato gentilmente inviato dall'autrice, di cui vi lascio una breve intervista presa da youtube e una mini intervista che le ho fatto io...adesso mi improvviso anche giornalista!



Il libro si intitola M'ama o non m'ama, edito dalla casa editrice Albatros, prezzo di copertina 14,90 euro, pagine complessive 242, codice ISBN 9788856743562.

Trama: Con brillante ironia e con una penna molto istintiva, l'autrice racconta di Sasha, bella e provocante, in carriera (ma non troppo) alle prese con i problemi delle sue relazioni sociali e delle sue aspettative. Il suo sogno è diventare scrittrice, ma la sua vita è fatta di rapporti difficili, dal capo scontroso, ai flirt con uomini tanto affascinanti quanto complicati. E così, tra una lite e una gaffe, una delusione e uno sfogo, le avventure si Sasha, sempre supportata dalle sue amiche, sembrano non trovare un lieto fine, anche se una buona dose di shopping e un'uscita nei locali più esclusivi possono alleviare qualsiasi pena. Una storia di oggi, forse con qualche eccesso (ma una licenza è pur sempre ammissibile) che rappresenta quella che è la vita di molti giovani, alle prese con le proprie ambizioni, ma che alla fine, nonostante tutto, hanno il vero desiderio di trovare semplicemente la felicità.
Ho ricevuto, e letto, questo libro esattamente una settimana prima del fatidico "ultimo esame della sessione estiva". E' stato decisamente una boccata d'aria fresca. Un libro scorrevole e divertente, in cui una ragazza di 20 anni non può fare altro che rispecchiarsi, soprattutto se ama lo shopping ma fa a botte con la carta di credito, soprattutto se ha una vita amorosa difficile e indecisa, soprattutto se ha un sogno imponente che cerca di raggiungere in ogni modo possibile. Sasha è tutto questo e molto di più. E' un po' svampita, è romantica e sognatrice, ma sa anche tirare fuori la grinta quando ne ha bisogno e sa combattere le avversità che la vita le presenta.
L'ho letto da cima a fondo in una serata un po' così, non so se vi capita mai di essere giù per un qualcosa di totalmente indefinito. A me capita e in quelle situazioni il rimedio è un buon film, una cara amica o un libro di questo genere.

Su aNobii non gli ho dato 5 stelline semplicemente perché preferisco uno stile più lineare, o forse più convenzionale. Sfogliando le pagine di questo libro sembra invece di leggere le pagine del diario di Sasha, scritte esattamente come le scriverebbe una ragazza che si trova in ufficio alle 8.30, che odia il suo capo, che non ha voglia di stare chiusa in quella stanza per il resto della giornata e che preferirebbe fare shopping o prendere un gelato con il suo uomo.

Nonostante lo stile così diretto e anticonvenzionale questa è una storia piacevole e scorrevole!
Consigliatissimo...e poi l'autrice è un vero tesoro!




Piccola Intervista all'autrice:


1.     Quando è nata la tua passione per la letteratura?
La passione per la letteratura è nata quando ero ancora una bambina. Un po’ è colpa della mia mamma…non dormivo se non mi raccontava fiabe. E quando le storie finivano, la obbligavo a inventarle! E poi crescendo non smettevo mai di leggere…forse è per questo che oggi recensisco testi per giornali e Blog!

2.     Come ti sei avvicinata al mondo della scrittura?
E’ successo tutto per caso qualche anno fa. Avevo scritto un romanzo: la storia di Sara e Kevin. L’avevo scritta in poche settimane. Un caro amico leggendola se ne innamorò e mi suggerì di provare ad inviarla a qualche casa editrice. Mi risposero tutte, alcune mandandomi addirittura il contratto a casa. E così nacque “Chissà se si chiamava amore” che mi portò anche il premio ‘Gazebo d’oro’ cat. letteratura. L’anno dopo ho pubblicato il romanzo “M’ama o non m’ama”.

3.     Da dove nasce l'idea del libro "M'ama o non m'ama", da chi\cosa sei stata ispirata?
Questo romanzo nasce dalle esperienze di vita di tutti i giorni. E’ frutto dei tempi nostri direi. “M’ama o non m’ama” è un romanzo estremamente attuale. Oggi è tutto precario: il lavoro, il tempo e persino gli uomini. Mi sono ispirata ai tanti e mille lavori che faccio uniti alle disavventure amorose che mi portano costantemente a sognare Dylan ma ad innamorarmi del Diego di turno!;)

4.     Tu e Sasha avete molti aspetti in comune, se si quali?
Molti? Direi che siamo gemelle! Scherzo! Sasha è nata nella mia testa esattamente tre anni fa…a volte è il mio alter ego (quella che non sono con gli uomini e che non riuscirei ad essere) a volte è il mio ego (come me ama la moda, le scarpe soprattutto, per le quali ho una fissa incredibile e adora scrivere). Sasha rappresenta molto la donna moderna. Ha il pregio di fare innamorare la gente con il suo modo frizzante e solare di essere e ha il grande difetto di non riuscire a stare da sola. Ma cosa chiede in fondo? Quello che chiedono tutti: la felicità.