mercoledì 24 luglio 2013

Cuore di cane - Michail Bulgakov

"Cuore di cane" di Michail Bulgakov, la mia edizione è della Newton Compton, serie LIVE, prezzo di copertina 0,99 centesimi, 126 pagine, codice ISBN 978 8854152867.

TRAMA
Sotto il bisturi di uno scienziato un cane viene trasformato in uomo. Ma non è la bestia a diventare più nobile, è lo spirito umano ad abbassarsi al livello canino. O forse la verità è un'altra? Forse, semplicemente, l'uomo è più crudele del cane\uomo Pallino nella Russia della rivoluzione è allo stesso tempo un racconto vibrante e una satira spietata: un romanzo che si tiene sempre in magico equilibrio tra la narrativa e il teatro, tra la precisione scientifica e il grottesco, tra la dura realtà quotidiana dei soviet e l'assurdo.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


  • Crema solare, 
  • asciugamano molto sobrio, 
  • costume abbinato, 
  • occhiali da sole, 
  • un bicchierone di acqua gelata
  • un buon libro. 
Io credo che questo sia il paradiso.
L'estate è in assoluto la mia stagione preferita e, qui dalle mie parti, una leggenda narra che la sottoscritta Martina in una vita passata fosse una lucertola, perché, cari amici lettori, vi giuro che se potessi starei sotto il sole dall'alba al tramonto. Io adoro l'estate, adoro andare in spiaggia e adoro la pelle abbronzata.
Insieme a tutto questo idilliaco quadretto ovviamente non può mai mancare un buon libro e, questa volta (dal momento che non ho ancora acquistato una borsa da mare degna di questo nome e sono ancora costretta a portarmi lecoseutili a braccio) ho scelto di portare con me un libro dalle dimensioni piuttosto contenute.

Ho scelto "Cuore di cane".
Il libro inizia con le elucubrazioni mentali del cane Pallino; un cane randagio, affamato e infreddolito che è appena stato ferito. Questo cane, oltre ad avere dei pensieri umani, ha imparato a leggere le insegne dei negozi con una tecnica del tutto particolare e ha la canina capacità di riconosce un cibo buono da un cibo avariato. Quando iniziamo questo libro l'atmosfera è un po' cupa, si percepisce il freddo e la sofferenza che attanaglia le povere membra di questo cane innocente. Ma qualche pagina dopo la svolta: un signore distinto, pulito e con degli occhiali dalla montatura d'oro offre a Pallino del salame e lo convince a farsi seguire fino a casa sua. Pallino inizialmente è incuriosito, preoccupato, mille domande affiorano nella sua mente, ma il salame è troppo invitante e questo signore ne ha le tasche piene. Pallino lo segue.
Arrivati a casa di colui si scoprirà essere un dottore, Pallino riceverà le giuste cure e le sue ferite guariranno in fretta. Il dottore, tale Filìpp Filìppovic, importantissimo andrologo e ginecologo di fama mondiale, insieme al suo assistente e alla governante\assistente Zina, si prenderà cura del cane Pallino. Lo nutrirà, lo curerà e Pallino, in seguito ad un lungo periodo di riposo, inizierà a crescere, il suo manto diventerà più lucido e folto, aumenterà di peso e aumenterà il suo appetito.

La storia inizia da qui.
Il dottore che fino ad ora è sembrato un uomo per bene, un uomo misericordioso, avrà invece un secondo fine. Filìpp Filìppovic ha deciso di salvare Pallino al solo ed unico scopo di utilizzarlo come cavia per i suoi esperimenti, infatti, non appena si presenterà l'occasione (occasione che coincide con il reperimento di un cadavere di un ragazzo di venticinque anni, morto da pochissime ore) il dottore si servirà di Pallino per svolgere una grottesca ricerca scientifica. Pallino verrà sedato, gli verranno impiantati gli organi sessuali del ragazzo defunto e la sua ipofisi.
Al suo risveglio Pallino inizierà ad assumere sempre più le sembianze di un uomo. Il suo corpo si adatterà ogni giorno di più al nuovo cervello ed ai nuovi organi genitali: inizierà a perdere il pelo ad eccezione della zona della testa, delle ascelle e del pube; inizierà a parlare; inizierà a camminare in posizione eretta; la conformazione del suo viso sarà sempre più vicina a quella di un uomo e anche i suoi comportamenti.
Scopriremo tutto questo grazie ai resoconti scritti nel diario del Dottore.

Questo romanzo ha uno stile molto particolare che viene definito realismo-grottesco. Questo perché dal momento in cui Pallino percepirà di essere diventato uomo alla fine del libro ci saranno due questioni importanti: la prima, che è quella che definisce il termine Realismo, è la questione della Russia di fine Ottocento, descritta magistralmente da Bulgakov e la seconda è la questione dell'umanità, che definisce il termine Grottesco.
Pallino è un cane, ma quando si scopre uomo e inizia a confrontarsi con gli altri uomini capisce di essere più umano di molti dei suoi (ora) simili.
Gli uomini che lo circondano pensano ai loro interessi personali, sono egoisti, egocentrici, cattivi, rivoluzionari poco convinti, hanno come unico pensiero i soldi e il potere. Pallino, invece, paradossalmente e satiricamente, è un uomo buono e semplice.

Questo romanzo è una denuncia fortissima nei confronti dell'umanità corrotta.
Pallino è l'esempio da seguire e cosa farà il popolo? Cercherà di seguire il buon esempio a scapito di molti privilegi o preferirà eliminarlo al fine di perseguire un obiettivo comune, anche se corrotto?

Il pomeriggio al mare con questo libro è stato un pomeriggio denso di significato, piacevolmente cognitivo e intrinsecamente positivo. Io l'ho adorato. Voi lo avete letto?