martedì 15 aprile 2014

Leggendo #1: Il cardellino - Donna Tartt


Questo post è un esperimento.
Sto per iniziare una nuova lettura e il protagonista è un romanzo di 892 pagine, si intitola Il cardellino è stato scritto da Donna Tartt ed è il nuovo Premio Pulitzer.

TRAMA: Figlio di una madre devota e di un padre inaffidabile, Theo Dacker sopravvive, appena tredicenne, all'attentato terroristico che in un istante manda in pezzi la sua vita. Solo a New York, senza parenti né un posto dove stare, viene accolto dalla ricca famiglia di un suo compagno di scuola. A disagio nella sua nuova casa di Park Avenue, isolato dagli amici e tormentato dall'acuta nostalgia nei confronti della madre, Theo si aggrappa alla cosa che più di ogni altra ha il potere di fargliela sentire vicina: un piccolo quadro dal fascino singolare che, a distanza di anni, lo porterà ad addentrarsi negli ambienti pericolosi della criminalità internazionale. Nel frattempo, Theo cresce, diventa un uomo, si innamora e impara a scivolare con disinvoltura dai salotti più chic della città al polveroso labirinto del negozio di antichità in cui lavora. Finché, preda di una pulsione autodistruttiva impossibile da controllare, si troverà coinvolto in una rischiosa partita dove la posta in gioco è il suo talismano, il piccolo quadro raffigurante un cardellino che forse rappresenta l'innocenza perduta e la bellezza che, sola, può salvare il mondo. Tra le luci dell'Upper East Side di New York e la desolazione della periferia di Las Vegas, tra capolavori rubati e fughe vertiginose lungo i canali di Amsterdam, Il cardellino è un romanzo meravigliosamente scritto che si legge come un thriller. Primo in assoluto nelle classifiche di Stati Uniti, Francia e Olanda, osannato dalla critica in patria come all'estero, è l'evento letterario dell'anno.

Sono quasi 900 pagine e voglio testare le mie capacità.
Ora che sono libera da tutti gli impegni vorrei provare a scandire la recensione in più puntate, perché non è semplice parlare di libri di 900 pagine in poche battute, inoltre, scrivere post lunghi quarantasettemila righe può risultare noioso, non tanto per me che le scrivo quanto più per chi decide di leggerle. Sto organizzando un gruppo di lettura, praticamente. Il luogo di scambio è questo Blog e la lista dei partecipanti, per ora, presenta un solo nome: il mio.

Se qualcuno decidesse di partecipare sarebbe bellissimo perché si creerebbe un luogo di scambio di impressioni, idee, opinioni e tutto il resto. Inoltre, se qualche altro nome si aggiungesse alla lista potremmo darci dei termini di lettura da rispettare (ad esempio cento pagine alla settimana) e potremmo di volta in volta affrontare delle tematiche specifiche, degli argomenti particolari o approfondire il punto di vista dei personaggi, magari in confronto ad altri libri e altre letture.
La recensione finale sarebbe un riassunto di questo percorso condiviso.
E' un esperimento, ma possiamo riuscirci.

Vi lascio la foto dell'incipit del romanzo, così potete farvi un'idea di quello che ci aspetta.
Avete tempo fino a Lunedì 21 aprile per decidere cosa fare!


PS: Possono partecipare TUTTI. Può partecipare che l'ha già iniziato, chi lo deve ancora comprare e chi lo ha finito. Lo scopo di questo progetto è lo scambio di idee.
Se non dovesse partecipare nessuno porterò avanti comunque il progetto da sola :)
A presto!