Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2017

L'ANIMALE MORENTE - Philip Roth

Tempo fa, a seguito della lettura di Nemesi, decisi che ogni mese dell'anno avrei letto un libro di Roth, fino a esaurimento scorte. A quei tempi, però, ero nella fase di passaggio "conclusione precedente percorso universitario-master in risorse umane-tirocinio in formazione finanziata" e "inizio nuovo percorso universitario". Questo significa che tutti i buoni propositi dell’anno andarono automaticamente a farsi friggere, perché mi concentrai sullo studio e sul lavoro accantonando tutto il resto (per un breve periodo smisi anche di dormire in modo regolare, ma questa è un’altra – drammatica – storia).
Ovviamente non rinunciai agli acquisti.

In questi tre anni di studio studio studio e lavoro lavoro lavoro non ho letto neanche un libro “per piacere”, ho letto solo libri che dovevo leggere, ma ho comunque acquistato su Amazon.it, su Ibs.it e nella mia Feltrinelli di fiducia.

Oggi ho una discreta scorta di Roth nella mia nuova libreria, per cui ho deciso di ripar…

LE BRACI - Sándor Márai

Torno a scrivere con qualche mese di ritardo, mi faccio sempre attendere su questo blog. Eppure le cose sono in fase di cambiamento. La mia vita sta prendendo una piega interessante e questo 2017 è un anno di cambiamenti importanti. Cambiamento numero 1: a ottobre mi laureo. Finalmente completerò il percorso universitario e conseguirò la laurea specialistica in Giornalismo e Cultura Editoriale presso l’Università di Parma. Sono molto felice del percorso e sono emozionata sia per la proclamazione sia – soprattutto – per la tesi che sto scrivendo. L’argomento centrale è la recensione online, sto studiando l’importanza della recensione online sia per gli utenti che sono alla ricerca di letture nuove sia dal punto di vista delle case editrici e soprattutto dei professionisti che lavorano sul web. Ma di questo vi parlerò in un altro post – se vi interessa.Cambiamento numero 2: è iniziata la convivenza. Gli ultimi mesi sono stati affollati da scatoloni, spese, mobili nuovi, affitti, volture…

NEW YORK STORIES - Paolo Cognetti

Breve storia delle mie fissazioni
La mia stanza è invasa da libri e non so proprio più dove metterli. E' piena la Billy; è piena la miniBilly; è piena la libreria destinata ai manuali universitari; il comodino è prossimo allo sfondamento; la scrivania è sovrastata da volumi su volumi su volumi e di spazio non ce n'è quasi più. (Non vi racconto la storia delle mie scarpe perché questo non è un FESCION BLOG di una FESCION BLOGGER, quindi lungi da me, le scarpe lasciamole nell'armadio). Quando ho bisogno di utilizzare la scrivania scaravento tutti i libri sul letto, e quando è ora di andare a dormire riporto tutti i libri dal letto sulla scrivania, creando questo vortice incessante di carta e disordine. Poi ci sono quei giorni in cui proprio non me ne va di perdere tempo a spostare i libri e in quei giorni devo sperare che sul letto ce ne siano pochi, di libri, così da poterli spostare in un angolo lontano lontano e trovare un po' di spazio per dormire. Sia benedetto il…

LE NOSTRE ANIME DI NOTTE - Kent Haruf

-Leggi tanti libri, ma come fai a scegliere i libri giusti?- -I libri “giusti”?- -Sì, leggi sempre libri che ti piacciono, come ci riesci?
L’annosa questione dei libri giusti perseguita i lettori considerati “forti” da sempre. O quanto meno a me succede sempre così. Mi incontrano in libreria e mi dicono “sei sempre qui”; non mi trovano, mi telefonano e mi chiedono “in che libreria ti sei cacciata?” e poi mi raggiungono tra gli scaffali, mentre abbraccio decine di libri oppressa dai sensi di colpa (al pensiero di tutti i libri già acquistati e in attesa di essere letti nella mia libreria) e mi chiedono:
 -Leggi tanti libri, ma come fai a scegliere i libri giusti?-.
La risposta, come sempre, è meno articolata di quanto potrebbe mai sembrare. Leggo soprattutto letteratura americana contemporanea, che è il mio genere preferito ormai da anni, mi confronto con persone che hanno i miei stessi gusti e, ultimo ma non per importanza, seguo una serie di blog simili al mio, curati da persone che hanno…